Dr. Giovanni Moscarella - Nutrizionista - Napoli - www.nutrirsi.net

martedì 22 agosto 2017

ASSOCIATI ALLA RI-EVOLUZIONE PSICOFISICA

"DIETATLETICA BIO-SOFICA" E' CONTRO-MASSONERIA APPLICATA. L'Associazione Sportiva e Culturale mira a una necessaria rigenerazione di conoscenza a fin di bene che venga restituita a chi la merita. 


Si traduce in pratica in una filosofia dello sviluppo efficace del trittico risolutivo NUTRIZIONE-EMOZIONI-MOVIMENTO, che si contrappone a un contesto generale ormai gravemente ferito nella sua miglior Natura da opportunismi economici, devastazioni ambientali, diffusione di angoscia collettiva e imposizioni deliranti governative. L'obiettivo è  generare i tempi di adattamento che permettano una espressione totale di tutto ciò che si è in grado di divenire individualmente, nell'affascinante ambito genetico-psico-fisiologico, per compiere un rafforzamento generale e sottrarsi agli inestetismi, alle depressioni e alle patologie organiche che sono il marchio di fabbrica di una società malata e ormai pericolosamente deviante.

LO STUDIO DI DIETA BIO-SOFICA E L'ASSOCIAZIONE SPORTIVA E DI PROMOZIONE SOCIALE DIETATLETICA BIO-SOFICA, entrambe le Entità con sede in Via Diocleziano, 86, in Napoli, e con ambito di attuazione dell'Atletica per tutti sul campo dello Stadio San Paolo in Napoli, 

INVITANO

tutti coloro che avvertono di avere un conto aperto col sistema in cui vivono e che si rendono conto di doversi rafforzare a livello organico-psico-strutturale per poter resistere in un ambiente sociale e fisico sempre più ostile e debilitante, per riattivare tutte le proprie capacità mortificate, a partecipare attivamente al NUOVO MOVIMENTO PER LA RI-EVOLUZIONE INDIVIDUALE.

NON SOLO IPERNUTRIZIONE MATTUTINA, MA STIMOLO DEI POTENZIALI PSICOFISICI INDIVIDUALI E ATTIVITÀ MOTORIA RIGENERANTE E LIBERATORIA.


RESTITUIRE DIGNITÀ PRIMORDIALE ALL'ESSERE UMANO

Tramite la ricerca individuale della miglior nutrizione, grazie ad
 approfonditi confronti e ad illuminanti misurazioni di composizione corporea, corroborata da seminari negli alvei più concreti della Biochimica, Fisiologia, Genetica, Psicologia, Sociologia, Pedagogia, Osteopatia, Omeopatia, Scienze Motorie, Naturopatia, Mediazione Familiare e Letteratura, i cui esperti professionisti sono anche disponibili per consulenze personali, lo STUDIO-ASSOCIAZIONE, oltre alla possibilità di una ben individualizzata Attività Atletica sopra citata, pone diversi e sinergici riferimenti per attingere, sviluppare e diffondere informazioni fondamentali che i mass media negano di fatto.


LA DIETA BIO-SOFICA NON È PER TUTTI... pur essendo concepita per tutti. 
Essa è solo per chi ancora non è stato abbastanza condizionato da un sistema malato. È per coloro che ancora riflettono e discriminano, deducendo con la propria naturale essenza. 
DIETA BIO-SOFICA NON È PER I ROBOT CHE ORMAI PULLULANO SUL PIANETA, MA È PER QUEI POCHI RESIDUI DI ESSERI UMANI CHE PENSANO, VALUTANO E VOGLIONO AGIRE PER RIDARE UN SENSO MITICO ALLA PROPRIA ESISTENZA E UN CHIARO E FERTILE SEGNO DI LUCIDA LONGEVITÀ.

Iscrivendosi alla A.S.D. "DIETATLETICA BIO-SOFICA" si avrà diritto a tutte le seguenti opportunità:

  • sedute individualizzate di attività motoria sul campo dello Stadio San Paolo, due volte a settimana negli orari 18.30-20.00
  • gratuitamente il fondamentale testo "Iniziazione alla Dieta Bio-Sofica - Sulle orme dell'Ovo Sapiens"
  • partecipazione gratuita a tutti i seminari che si terranno da ottobre a giugno nelle discipline sopra segnalate
  • riduzione del 30% dei costi, per se stessi e per i componenti del loro stretto nucleo familiare, per eventuali consulenze, misurazioni, programmi, trattamenti, sedute e confronti con i professionisti che collaborano singolarmente o in sinergia presso lo Studio di Dieta Bio-Sofica, in ambito nutrizionale, psicologico, pedagogico, osteopatico, omeopatico, naturopatico e di mediazione familiare.

La quota associativa annua, che va da ottobre a luglio è, per gli adulti, di euro 200,00, versabile anche in due soluzioni di euro 100,00, la prima valida da ottobre fino a febbraio, la seconda da marzo fino a luglio. Per i minorenni le quote sono dimezzate.

La quota associativa sarà ridotta, per ogni mese di ritardo sulla iscrizione, di euro 20,00 per gli adulti e di euro 10,00 per i minorenni.

Per ulteriori informazioni telefonare al Dr. Giovanni Moscarella, 3477534243, oppure scrivere a giovanni.moscarella@tin.it

mercoledì 2 agosto 2017

LETTERA AI MEDICI ARROGANTI

Ai medici che si permettono di offendere coloro che non ritengono giusto l'obbligo per 10 vaccini, imposizione che si staglia in tutta la sua assurdità solo in Italia, si chiede:



*** cosa avete fatto voi per rafforzare il sistema immunitario delle popolazioni? 

-I tumori sono in aumento, almeno da quello che emerge dalle vostre statistiche e dalle vostre acute diagnosi. Adesso state allarmando una nazione perché secondo voi una ondata di virus e altri germi sta per mangiare vive le nostre carcasse. Se fosse vero, non dipenderebbe dal fatto che il sistema immunitario delle popolazioni è un colabrodo? E chi doveva diffondere informazioni risolutive per rafforzare le funzioni fisiologiche di noi tutti?

*** cosa avete fatto voi per contrastare l'inquinamento dell'atmosfera che ormai è satura di sostanze elettromagnetiche e di radio-onde? 

-Non avete mai mosso un dito per opporvi a ciò che governi senza scrupoli stavano ordendo alle nostre spalle... anzi avete deriso chi si preoccupava di certi eccessivi cambiamenti climatici.

*** cosa avete fatto voi per migliorare l'estetica e lo stato di salute delle popolazioni? 

-L'obesità è in grave aumento, così come altre problematiche di tipo patologico, senza contare l'incremento delle forme depressive. 
Voi oltre a scribacchiare geroglifici interpretabili soltanto dai cervelli dei farmacisti e a cantare la solita litania dell'evitare i grassi, i carboidrati, le uova, i formaggi, il sale, i dolci, l'alcol, il fumo, che tipo di informazioni concrete avete divulgato? Più della metà degli ultracinquantenni prende almeno tre pillole al giorno. Vi sembra questo il buon frutto del vostro operato? Vi siete scordati che il corpo è una macchina che si autorigenera e che più che togliere e togliere sempre, c'è bisogno di mettere nei momenti giusti della giornata tutti i nutrienti di cui l'organismo necessita per riparare i tessuti le cui cellule muoiono? Secondo voi gli organi sono fatti di metallo o di cellule che muoiono e devono essere regenerate? E chi le rigenera? I vostri farmaci e le vostre litanie?

Nessun testo alternativo automatico disponibile.
Invece di far sentire la gente sempre in balia di patologie, sarebbe il caso di tirare finalmente fuori altri studi più che consacrati, come:

*** quelli illuminanti della epigenetica, che evidenziano come il codice genetico sìa influenzato dall'ambiente
*** quelli della straordinaria psiconeuroendocrinoimmunologia (PNEI), che dimostrano, con dati di fatto, che quelli che vengono definiti sistemi si influenzano l'uno con l'altro molto più di quanto si immagini (ad esempio i linfociti producono neurotrasmettitori e addirittura TSH)...
*** quelli che correlano la determinante psicologia sociale allo stress e alle sue conseguenze sulle disfunzioni immunitarie e le malattie organiche...
*** quelli seri sulla nutrizione, che dimostrano che è quel che manca negli apporti nutritivi, in determinati momenti del giorno, a far ammalare e ingrassare, e non ciò che sembra di troppo, e quindi che è fondamentale saper valutare quali sono i reali fabbisogni nutritivi ed energetici dell'individuo per la sua massima resa psicofisica...

Ecco... se si tenessero in considerazione altri aspetti e altre conoscenze, l'organismo e la cultura salirebbero molto, ma molto di livello...
Si consiglia, dunque, di non offendere chi sta cercando di cominciare a ragionare, altrimenti la vostra missione per cui avreste giurato è fallita. 

La vostra arroganza, fatta di imposizioni senza spiegazioni e senza una logica di evolutiva divulgazione di vera cultura del Se', non è più tollerabile, soprattutto se finalmente qualcuno comincia a svegliarsi e si fa un po' i conti su quante volte ha brancolato nel buio a causa delle vostre maniere, sfociate in mere prescrizioni farmaceutiche da aridi e spesso infruttuosi protocolli, i quali non fanno Cultura e Conoscenza, ma si arrampicano su ricerche e statistiche che al 95 % sono finanziate dalle case farmaceutiche.
Ma la gente non è più tanto stupida come credete, e merita più rispetto, così come meriterebbe più rispetto e crescita la vostra professione, la quale languirà, stagnante nelle sabbie mobili degli interessi materiali, anziché elevarsi per quelle che erano le primordiali e sane aspettative umane.

lunedì 31 luglio 2017

LA LOGICA FA A CAZZOTTI COI VACCINI OBBLIGATORI


Siamo seri e focalizziamo la realtà. Tante malattie sono state debellate o tenute sotto controllo dopo la seconda guerra mondiale perché l'organismo è stato reso più forte dalla MAGGIORE DISPONIBILITÀ DI CIBO, il quale ha avuto anche più controllo anche mediante la MIGLIORE CONSERVAZIONE DEGLI ALIMENTI, perché sono stati SCOPERTI GLI ANTIBIOTICI, perché i germi si sono diffusi di meno grazie alla COSTRUZIONE DI SERVIZI IGIENICI E DI RETI FOGNARIE. L'ultima ondata di vaccinazioni ha poi dato la pennellata finale a un QUADRO FISIOLOGICO CHE NEI PAESI "CIVILI" È NETTAMENTE SOTTO CONTROLLO. 
Per cui le 10 VACCINAZIONI OBBLIGATORIE SOLO IN ITALIA NON HANNO ALCUN MOTIVO DI ESSERE IMPOSTE, a prescindere se i vaccini fanno bene o male, SE NON PER INTERESSI DEVIANTI DI UN MANIPOLO DI IMBECILLI AL GOVERNO VENDUTI A UN SISTEMA FOSCO E CRIMINALE, i cui fini assumono tratti inquietanti e STANNO STRESSANDO LA MEZZA ITALIA CHE ANCORA RAGIONA.
Ora con tutta calma e tranquillità CHIEDO, IN QUESTO POST, L'INTERVENTO DI MEDICI O BIOLOGI O TUTTOLOGI O IPOCONDRIACI CHE POSSANO NEGARE CON DATI DI FATTO QUESTE CONSIDERAZIONI. Vediamo in quanti oseranno incensare e giustificare i politici e il sistema sanitario italiano. 

sabato 15 luglio 2017

LE VERITA' DI BASE PER LA TUA RI-EVOLUZIONE


DAI 25 ANNI DI ESPERIENZA E DAI RISULTATI DELLO STUDIO DI DIETA BIO-SOFICA, nonché attraverso i libri scritti per voi, 
IN VERITÀ VI DICO CHE:

  • se vi iper-nutrite la mattina e a metà giornata di tutti gli elementi essenziali
  • se conoscete i meccanismi dell'ansia e imparate ad azionarne i rimedi e a migliorarne i filtri
  • se, grazie alle ritrovate energie, il vostro corpo tenderà spontaneamente a muoversi maggiormente e con piacere,


ebbene, solo semplicemente mediante queste tre dimensioni che, tra l'altro, sono interconnesse tra loro, stimolandosi l'una con le altre,


  • dimagrirete tonificandovi
  • NON VI AMMALERETE MAI
  • SE GIÀ AVETE UNA PATOLOGIA GUARIRETE e smetterete di prendere farmaci
  • riprenderete l'evoluzione individuale attivando tutti i vostri potenziali nascosti
  • ridurrete la vostra età biologica 
  • salirà la vostra libido
  • i seni e i glutei rifioriranno 
  • pelle, muscoli, organi e tanto altro riprenderà armonia  
  • per i maschi aumenterà la fertilità e per le femmine che pensano di trovarsi in pre-menopausa o da mesi in apparente menopausa ritornerà il normale ciclo mestruale
  • aumenteranno le capacità di percezione e di interpretazione della realtà insieme a quella della AZIONE
... e, infine, altra cosa straordinaria, i vostri figli erediteranno o acquisiranno tutto questo...

I testi di riferimento sono:
  • "Iniziazione alla Dieta Bio-Sofica - Sulle orme dell'Ovo Sapiens"
  • "Dieta Bio-Sofica - Nutrire il proprio animo e il proprio corpo"

Entrambi Edizioni Mediterranee - Roma

mercoledì 12 luglio 2017

"CHETOSI" SIGNIFICA GRAVE INTOSSICAZIONE



PERCHE' LA DIETA CHETOGENICA E' DA PURI IMBECILLI - Articolo completo

Questo articolo si divide in due parti. La prima è generale e meno approfondita, mirante a far comprendere gli aspetti fondamentali dell'argomento.
La seconda va a sottolineare anche quali posso essere i reali danni causati da certi regimi alimentari che disano ed equilibrato nulla hanno e che, incresciosamente, vengono consigliati da cosiddetti esperti con tanto di laurea e di specializzazioni. Si consiglia di leggere tutto. Ne verranno fuori una consapevolezza e una cultura che saranno di grande aiuto.

PRIMA PARTE ( a cura di Giovanni Moscarella)

I grassi si bruciano completamente fino ad anidride carbonica e acqua soltanto grazie a una ben determinata individuale presenza di carboidrati. In assenza o in carenza di carboidrati, le molecole di grasso non vengono completamente ossidate e quindi demolite in tutti i loro legami ma soltanto in alcuni legami formando degli spezzoni che per l'appunto si chiamano chetoni, che sono tossici per l'organismo e mettono a dura prova fegato e reni per smaltirne i metaboliti, i quali liberano solo una parte della energia contenuta nella molecola di grasso originaria. Infatti altri spezzoni delle molecole di grasso si riaggregano riformando grasso. Questo significa che, oltre alla tossicità data dai chetoni, l'energia proveniente dai grassi è limitata ed insufficiente, per cui l'organismo deve dirottare sulle proteine per ricavare altra energia. Le proteine servirebbero però a ristrutturare il logorio naturale degli organi e delle sostanze attive e quindi si perde tanta massa magra e si va in debilitazione e in depressione psicofisica. Tra l'altro il prodotto della combustione degli aminoacidi e quindi delle proteine e l'urea che è un'altra potente tossina. Quindi andare in chetosi significa intossicarsi e perdere poco grasso e molta massa magra con l'aggravio di recuperare ancora più riserva di grasso nel momento in cui si ritorna a mangiare normalmente. Inoltre i medici addirittura parlano di una positiva conseguenza della chetosi che sarebbe quella di non avere fame perché i chetoni agiscono sull'ipotalamo, quindi sul sistema nervoso, abbassando la sensazione di fame. Questa è un'altra assurdità perché la fame viene considerata come un capriccio e non come un esigenza di un organismo che ha bisogno di ristrutturare ciò che va in logorio. Insomma la fiera dell'ignoranza e dell'autodistruzione. La apoteosi della idiozia medica arriva quando sottolineano che è impossibile perdere massa magra visto che si mangiano tante proteine, trascurando che queste, così come entrano in circolo vanno a far da carburante e non da mattoni ricostruttivi. Insomma è come se nel camino essendo finita la legna cominciassimo a buttarci i mobili. Questi comunque bruciano, ma servirebbero a tutt'altro...

SECONDA PARTE (a cura di Giuseppe Annunziata)

Se l’apporto di carboidrati, dunque, non è adeguato, le concentrazioni di ossalacetato, che è una sostanza chiave che deriva appunto dai carboidrati e che innesca la sana combustione dei grassi, si abbassano e l’acetil-CoA, altra molecola fondamentale, non può combinarsi con esso per entrare nel ciclo di Krebs, ovvero il ciclo di produzione dell'energia. In queste condizioni si generano i corpi chetonici.

I corpi chetonici sono l’acetone, acetoacetato ed il D-beta-idrossibutirrato. L’acetone è molto volatile e viene eliminato attraverso la respirazione, gli altri due, invece vengono trasportati nel sangue ed ossidati, tramite alcuni artifici biochimici, nel ciclo di Krebs.
Essendo una macchina perfetta, il nostro organismo riesce, in prima battuta, a compensare questa iniziale produzione di corpi chetonici mettendo in atto una serie di meccanismi di regolazione che consentono una interconversione di queste specie chimiche in acetil-CoA che può entrare nel ciclo dell’acido citrico, permettendo, in questo modo, una produzione di energia da parte dei tessuti extra-epatici e non dallo stesso fegato che li ha prodotti.

Quando, però, le concentrazioni di corpi chetonici aumentano si possono generare alcune condizioni patologiche più o meno serie, tra cui l’acidosi e la chetosi.
L’acidosi è una condizione caratterizzata da un abbassamento dei valori di pH del sangue. Quella strettamente legata ad un aumento della concentrazione dei corpi chetonici è detta acidosi diabetica e presenta svariati sintomi come nausea, vomito, tachipnea, ipotensione, shock cardiogeno, aritmie, fino ad arrivare – nei casi limite – al coma.
La chetosi (detta anche acetonemia) è una condizione tipica che si manifesta di solito o in età pediatrica e nei diabetici non controllati, ma si evidenzia anche negli scellerati che seguono diete con ridottissimi apporti di carboidrati.
Si tratta pertanto di soggetti con alterato metabolismo glucidico che conduce ad una prolungata condizione di ipoglicemia, a sua volta compensata da un’attiva gluconeogenesi (sintesi di glucosio) che utilizza gli intermedi del ciclo dell’acido citrico, sottraendoli a tale processo e, quindi inibendone l’attività. L’eziologia della chetosi è ritrovabile in infezioni, abuso di alcol, pancreatite, infusione i.v. di destrosioipoglicemia, gravidanza, durante il digiuno prolungato, in grave carenza di carboidrati, sia per regime alimentare sbagliato che per intenso consumo (attività fisica prolungata).
Segni e sintomi possono essere vari. Si possono manifestare: stanchezza, poliuria, sete, polidipsia, crampi, aritmie cardiache, sonnolenza, perdita di peso, bradipnea, disidratazione, ipotensione, disfunzioni cerebrali, perdita della massa muscolare. Altro segno caratterizzante una condizione di chetosi è l’inconfondibile odore di aceto tipico dell’alito di un soggetto diabetico, dovuto proprio alla produzione di acetone che, come abbiamo detto, viene eliminato con la respirazione.
Da quanto detto si evince che la chetosi rappresenta un’importante condizione patologica che, in alcuni casi limite, può condurre anche alla morte, ma che per, ben che vada, indebolisce, predisponendo a importanti patologie, l'intero organismo.

domenica 2 luglio 2017

IL MINISTERO DELLA SALUTE E' CIECO E SORDO-MUTO PER LE NUOVE SCOPERTE

ILLUMINANTI, MA TRASCURATE, NUOVE SCOPERTE

Si presenta qui un piccolo saggio di quella che è la vera scienza della Genetica, ovvero la EPIGENETICA, e le sue connessioni, giusto per un esempio, con l'efficienza del sistema immunitario.

Questa scienza, brillantemente trattata da scienziati del calibro del Dottor F. Bottaccioli, dimostra che il codice genetico è influenzabile nella sua espressione dall'ambiente. Quindi, la efficace cultura individuale dell'alimentazione, dell'emotività e della attività motoria può attivare sequenze genetiche extra-ordinarie che magnificano le risposte organiche, comprese quelle immunitarie. Ma il fattore più suggestivo, quanto realmente provato e illuminante, è che le capacità acquisite dai genitori nella loro esperienza esistenziale possono essere trasferite ai figli geneticamente. Questo significa che sapersi ipernutrire nella prima parte del giorno, saper gestire  gli eventi stressanti e avere l'energia per attivare il movimento fisico in modo efficace e piacevole fa sì che il sistema immunitario dei genitori si rafforzi e che tali capacità vengano trasmesse geneticamente ai figli. 

Quindi, se il sistema sanitario prendesse in considerazione tali nuove frontiere dello studio della Genetica e se volesse veramente il bene delle popolazioni, anziché fare, come il Ministero della Salute italiano, che va a voler imporre 12 vaccini sulle giovani creature, con tutti i rischi portati da quella che sarebbe una vera sperimentazione alla cieca (non essendo mai stato valutato che effetto possa avere), dovrebbe piuttosto acculturare concretamente le masse su quelle che sono le fondamenta della conoscenza di se stessi e delle esigenze psicofisiologiche dell'individuo, oltre ovviamente a cercare di vedere, valutare, combattere e ridurre, se non eliminare, tutti i fenomeni che vanno a metter sotto sforzo il sistema immunitario stesso, quali ambiente ultra-tossico per motivi industriali, per cause di voluti inquinamenti elettromagnetici e da radio-onde, per tensioni emotive provocate da martellamenti mediatici terroristici sia sulla sicurezza pubblica, sia su quella economica, sia addirittura sulla distanza da prendere dal fondamentale cibo e sia, per l'appunto, con attacchi plurivaccinali immotivati.

PAURA DEL CIBO? PENSI CHE LA TERRA SIA PIATTA?

VANTAGGI DI UNA NUTRIZIONE COMPLETA E IPERNUTRIENTE NELLA PRIMA PARTE DELLA GIORNATA
Essa permette che si manifesti una serie di effetti positivi:
*La rigenerazione dei tessuti logori, compresi quelli degli organi interni.
*L' armonizzazione estetica.
*Un maggior consumo calorico, dovuto all’energia impiegata, insieme alle sostanze che rigenerano tessuti e sostanze bio-attive, per ricostruire e per mantenere la massa cellulare magra, con conseguente riduzione delle riserve di grasso.
*Più voglia di muoversi.
*Minore fame serale e pertanto minor carico inutilizzabile in orari di lento metabolismo e minore affaticamento degli organi “dormienti”.
*Ottimizzazione dello stato emotivo.
*Minore stress a cospetto di momenti delicati e problematici e maggiore lucidità mentale.
*Generazione di uno scudo contro la tossicità ambientale e sociale, preservando dalle malattie.

Chi non considera questo è già alla deriva, disarmato e confuso in un campo di battaglia che svilisce la dignità e le capacità individuali.



Dieta Bio-Sofica: dimagrire saziandosi
Il termine “Bio-Sofica” non deve spaventare: non c’è nulla di complicato, sofistico, medico, intellettuale dietro. Sintetizza solamente il principio, dettato dal buon senso, che dovrebbe sostenere qualsiasi teoria sull’alimentazione: il cibo deve nutrire non soltanto le cellule del nostro corpo ma anche il nostro animo tanto spesso svilito dagli innaturali ritmi quotidiani, rispettando le specifiche esigenze individuali, e non protocolli statistici. Il termine rimanda semplicemente al conoscere se stessi, la propria vita, la propria biochimica, non solo nutrizionale, ma anche emotiva.
Continuare ad avere riferimenti quali le calorie contenute nei cibi, il peso corporeo e la volontà di contrastare la fame è come pensare ancora che la Terra sia piatta. 
Il corpo non è una “caldaia” ma una complessa entità che deve auto-rinnovare le proprie cellule ovviando al naturale logorio degli organi, perciò può essere fatale indebolirla riducendo le quantità di cibo e nutrienti fondamentali e semmai sottoponendola a un continuo e sfibrante esercizio fisico. Gli elementi che si apportano con la nutrizione, inclusi certi grassi che non vanno assolutamente aboliti dalla dieta, non servono soltanto a fornire calorie e, quindi, energia per le funzioni organiche e le attività muscolari, ma anche per produrre elementi di struttura e di attivazione generale.

I nutrienti fondamentali devono essere costantemente disponibili, ecco perché scegliere un cibo in luogo di un altro, basandosi sul contenuto calorico, è un controsenso: una persona dovrebbe, infatti, considerare il contenuto bio-utilizzabile dei vari alimenti, il loro tipo di distribuzione temporale e la loro associazione.

Tratto dal libro "Iniziazione alla DIETA BIO-SOFICA - Sulle orme dell'Ovo Sapiens - Edizioni Mediterranee - Roma - Costo 9,50 euro

sabato 17 giugno 2017

VACCINI? PRIMA CONOSCI COSA E' IN REALTA' IL SISTEMA IMMUNITARIO

Esso è una sorta di "sistema nervoso liquido", come dimostrato dalla psiconeuroendocrinoimmunologia (vedi testi di F. BOTTACCIOLI). Infatti i neurotrasmettitori, sostanze che permettono l'informazione nervosa, non solo vengono prodotti da cellule del sistema nervoso per stimolare altre cellule dello stesso sistema, ma vanno a indurre risposte anche sui linfociti, ovvero sulle cellule del sistema immunitario che producono gli anticorpi. Il fatto determinante però è che addirittura gli stessi linfociti possono produrre neurotrasmettitori e quindi accade anche il contrario, e cioè che il sistema immunitario va a influenzare le risposte del sistema nervoso, realtà sancita più volte, ma mai divulgata e presa in considerazione dalla politica sanitaria, la quale dimostra con l'ultimo decreto della multivaccinazione contemporanea obbligatoria di "trascurare" questi dati di fatto. 

Un organismo assediato da più entità microbiche o tossiche, se pur disattivate, può di contro dare una risposta immunitaria che, considerando la anomalia dell'assalto da più punti ricevuto, può produrre neurotrasmettitori che vanno ad alterare equilibri del sistema nervoso, con conseguenze che saranno diverse come tipologia ed intensità ovviamente a seconda delle caratteristiche individuali

Insomma, tutta questa separazione tra sistema nervoso e sistema immunitario in realtà non esiste: si devono considerare integrati e in continua comunicazione come un unico sistema.
D'altronde gli stessi bugiardini vaccinali fanno presenti possibili conseguenze neuropatologiche. 

ILLUMINANTI, MA TRASCURATE, NUOVE SCOPERTE
Si presenta qui un piccolo saggio di quella che è la vera scienza della Genetica, ovvero la EPIGENETICA, e le sue connessioni, giusto per un esempio, con l'efficienza del sistema immunitario.

Questa scienza, brillantemente trattata da scienziati del calibro del Dottor F. Bottaccioli, dimostra che il codice genetico è influenzabile nella sua espressione dall'ambiente. Quindi, la efficace cultura individuale dell'alimentazione, dell'emotività e della attività motoria può attivare sequenze genetiche extra-ordinarie che magnificano le risposte organiche, comprese quelle immunitarie. Ma il fattore più suggestivo, quanto realmente provato e illuminante, è che le capacità acquisite dai genitori nella loro esperienza esistenziale possono essere trasferite ai figli geneticamente. Questo significa che sapersi ipernutrire nella prima parte del giorno, saper gestire  gli eventi stressanti e avere l'energia per attivare il movimento fisico in modo efficace e piacevole fa sì che il sistema immunitario dei genitori si rafforzi e che tali capacità vengano trasmesse geneticamente ai figli. 

Quindi, se il sistema sanitario prendesse in considerazione tali nuove frontiere dello studio della Genetica e se volesse veramente il bene delle popolazioni, anziché fare, come il Ministero della Salute italiano, che va a voler imporre 12 vaccini sulle giovani creature, con tutti i rischi portati da quella che sarebbe una vera sperimentazione alla cieca (non essendo mai stato valutato che effetto possa avere), dovrebbe piuttosto acculturare concretamente le masse su quelle che sono le fondamenta della conoscenza di se stessi e delle esigenze psicofisiologiche dell'individuo, oltre ovviamente a cercare di vedere, valutare, combattere e ridurre, se non eliminare, tutti i fenomeni che vanno a metter sotto sforzo il sistema immunitario stesso, quali ambiente ultra-tossico per motivi industriali, per cause di voluti inquinamenti elettromagnetici e da radio-onde, per tensioni emotive provocate da martellamenti mediatici terroristici sia sulla sicurezza pubblica, sia su quella economica, sia addirittura sulla distanza da prendere dal fondamentale cibo e sia, per l'appunto, con attacchi plurivaccinali immotivati.

STRAVOLGIMENTI DI UN SISTEMA IMMUNITARIO BERSAGLIATO


Proviamo a immaginare il sistema immunitario come una stazione di polizia che in pochi minuti riceve, da più zone della città, da un gruppo di sfaccendati burloni svariate chiamate, che essendo appunto vaccini sono bufale o scherzi che dir si voglia, e che richiedono intervento delle forze dell'ordine. Ed ecco che, inviando, per emergenze fasulle, in vari punti della città, 4, 6, 8, 10, 12 pattuglie diverse contemporaneamente, la stazione di polizia rimane scoperta per un tempo abbastanza lungo da non poter sopperire a una vera situazione di pericolo che si presenti... e il seguito potete immaginarlo.



Rafforzare il sistema immunitario è tutt'altra cosa e non ci si ammala per caso, ma per la debolezza prodotta da ignoranza indotta e ambiente volutamente alterato... e, nonostante il tutto, ormai molte malattie sono debellate; infatti nessuna epidemia sta investendo l'Italia se non quella dell'avidità, della insensibilità e della idiozia di chi oggi gestisce le cose importanti.


A Napoli si dice "È andata a fini' a lanterna mmane a e cecati"... ma non è detto che gliela dobbiamo lasciare... altrimenti dobbiamo richiamare un altro detto: "Chi è tre vvote bbuon è fesso"...